giovedì 14 febbraio 2013

Romanzo.

Sei stato il mio migliore amico
Ora con "dopo che è tutto finito" tra le mani
Non posso venire da te per essere consolato
Perché siamo al di fuori dei limiti durante questa transizione

Questo dolore mi opprime
Brucia nel mio stomaco
E non riesco a smettere di sbattere contro le cose

Pensavo che saremmo stati semplici insieme
Pensavo che saremmo stati felici insieme
Pensavo che saremmo stati senza confini insieme
Pensavo che saremmo stati preziosi insieme
Ma mi stavo tristemente sbagliando

Sei stato la mia anima gemella e poi qualcuno
Ti ricordavo il momento in cui ti ho incontrato
Con te sapevo che il volto di Dio era splendido
Con te ho visto il divertimento e la crescita

La perdita mi sta intorpidendo
Perfora il mio petto
E non riesco a smettere di gettare ogni cosa

Pensavo che saremmo stati sexy insieme
Pensavo che saremmo evoluti insieme
Pensavo che avremmo avuto bambini insieme
Pensavo che saremmo stati una famiglia insieme
Ma mi stavo tristemente sbagliando

Se avessi un conto per tutte le filosofie che ho condiviso
Se avessi un penny per tutte le possibilità che ho fatto presenti
Se avessi dieci centesimi per ogni mano alzata in alto
La mia ricchezza non renderebbe tutto ciò meno duro

Pensavo che saremmo stati geniali insieme
Pensavo che saremmo guariti insieme
Pensavo che saremmo cresciuti insieme
Pensavo che saremmo stati avventurosi insieme
Ma mi stavo tristemente sbagliando

Pensavo che avremmo esplorato insieme
Pensavo che saremmo stati ispirati insieme
Pensavo che avremmo volato insieme
Pensavo che saremmo stati ardenti insieme
Ma mi stavo tristemente sbagliando

1 commento:

  1. Salve,

    siamo un giornale online di arte e cultura chiamato Epì Paidèia, ci piace come scrivi e volevamo invitarti a collaborare con noi in forma occasionale inviandoci via email degli articoli scritti da te, li pubblicheremo a tuo nome inserendo il link del tuo blog.

    Facci sapere, la nostra email è Epipaideia@hotmail.it

    RispondiElimina